+39 080 4107725 info@pugliarch.it
Logo Tomorrow City
Pugliarch 2017 - Tomorrow City

Il GAB_Associazione Giovani Architetti della Provincia di Bari insieme all’ Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Bari co-organizza la 3a edizione del Festival dell’Architettura Pugliarch.

Il Festival dell’Architettura avrà luogo nella città di Bari ed avrà la durata di tre giorni (dal martedì al giovedì).

Il progetto d’anno, dal titolo “Tomorrow city”, verte sulla città del futuro: dalla rigenerazione urbana alla città “intelligente”, comunemente detta “smart”.

Obiettivo è quello di indagare e interrogarsi su quale sia la visione futura delle città del nostro territorio, lontane dal dibattito tutto nord europeo sulla tecnologia avanzata e futuristica a servizio dell’architettura.

Il futuro deve partire dal “ri-pensare”, “ri-guardare”, “ri-progettare” la Città attraverso il coinvolgimento di una molteplicità di soggetti, locali, nazionali e internazionali, pubblici e privati, che siano in grado di operare in maniera coordinata per lo sviluppo del territorio e siano capaci, in particolare, di promuovere azioni concrete a favore del talento e della creatività, ritenuti fattori determinanti per lo sviluppo sociale, economico e culturale.

Il tema dell’anno della città del futuro, dunque, viene sviluppato attraverso le antinomie che viviamo quotidianamente e che in questa occasione si cerca di enucleare e declinare enunciandone un tema culturale che vive la società contemporanea. L’antinomia principale è quella esistente tra città inclusiva e città esclusiva per toccare poi i temi di città pubblica e privata, digitale e analogica, partecipativa e corporativa, eteronoma e autonoma, pedonale e automobilistica.

L’interesse sempre maggiore che le città italiane stanno dimostrando verso il paradigma della smart city dimostra come il tema del ripensamento delle aree urbane sia ormai diventato una priorità d’intervento non più eludibile, ancora di più in questo momento di crisi che accentua le criticità sulle quali intervenire e i bisogni da soddisfare.

Fra gli aspetti positivi che comporta il pensare alla città in ottica “smart”, uno dei principali è sicuramente il riferimento a una visione organica di riorganizzazione urbana, che permetta di integrare, valorizzare e indirizzare verso obiettivi comuni soluzioni e interventi che, da soli, rischiano di generare tanti progetti, spesso di sicuro valore dal punto di vista tecnologico, ma che rimangono sperimentazioni isolate incapaci di cambiare realmente in meglio la qualità della vita quotidiana dei cittadini.

The 3rd edition of the Architecture Festival will take place in Bari from Tuesday to Thursday 16th-18th May 2017.

The objectives of the project, therefore, are inclused in the Puglia Region program of FESR 2014-2020, of which it enjoys funding.

The project of the year, “Tomorrow city”, focuses on the city of the future: from urban regeneration to the “smart” city.

The aim is to investigate the future view of the cities of our country, far from the European debate on advanced and futuristic technology at the service of the architecture.

The future must start from “re-thinking”, “re-looking”, “re-designing” the city through the involvement of a multitude of actors, local, national and international, public and private, who are able to operate in co-ordinated way for the territory development, and are capable to promoting concrete actions in favor of talent and creativity, considered to be crucial factors in social, economic and cultural development.

The year’s theme of the tomorrow city, therefore, is developed through the antinomies we daily live. On this occasion we try to explain a cultural theme that contemporary society lives. The main antinomy is between an inclusive city and an exclusive city, public and private, digital and analogue, participatory and corporate, heteronomous and autonomous, pedestrian and automotive cities.

The ever-increasing interest that Italian cities are demonstrating towards the smart city paradigm demonstrates how the theme of urban rethinking has now become a priority for action, especially at this time of crisis, which emphasizes the criticalities on which to intervene and the needs to satisfy.

One of the positive aspects of thinking to the city in “smart” optics is certainly the reference to an organic vision of urban reorganization, which allows you to address actions that alone can create many projects, often of a certain technological value, but remain isolated experiments that are incapable to improve the quality life of citizens.

Menù rapido
Ideato da
Logo GAB
Co-organizzato da

Ordine degli architetti PPC della Provincia di Bari

Coordinamento generale
Coordinamento scientifico:
Consulenza scientifica:

Luca Gibello – Giornalista

Referente progetto:
Segreteria organizzativa:

Federica Allegretti

Progetto di allestimento:

Arch.tti Antonella Berardi, Maurizio Dalena, Valentina Distaso, Palma Librato, Lucrezia Montalbò, Francesco Pastore

Materiali e forniture:

Centro Arredi Carrieri_Polignano
Easygreen_Bari
Gees Recycling_Budoia
Laruccia_Monopoli

Fotografo ufficiale:

Donatella Zito

X